Monday, January 13, 2014

Järvi e Petibon esaltano la fede di Poulenc

Avvenire.it
17/12/2013
In tre brani e in poco più di un'ora di grande musica, il direttore Paavo Järvi ha delineato uno dei ritratti più affascinanti e convincenti del genio di Francis Poulenc (1899-1963), protagonista della ribalta culturale francese del secolo scorso; un vero "enfant terrible", della cui personalità umana e artistica, se è probabilmente più noto il versante "mondano", vale assolutamente la pena riscoprire quello religioso, forse il più autentico e interessante.
Mosso dall'impeto travolgente di una ritrovata fede, a partire dagli anni Trenta il compositore ha trovato stimoli e ispirazione in un cammino spirituale da cui sono nati alcuni dei suoi capolavori; frutti maturi di una inesausta vena creativa che si riflette tra le suggestive Litanies à la Vierge noire (scritte in seguito a un pellegrinaggio al Santuario della Madonna Nera di Rocamadour), le atmosfere cangianti ed esuberanti del Gloria o il clima di profonda riflessione dello Stabat Mater (un vero e proprio Requiem, nelle intenzioni originarie dell'autore).
Sono queste le tre pagine a cui Järvi ha voluto rendere omaggio in un disco di forte impatto emotivo, affiancato dalle forze corali e strumentali dell'Orchestre de Paris e dal soprano Patricia Petibon, che ha timbro e carattere d'interprete per diventare la nuova splendida e ispirata musa dell'arte sacra di Poulenc.


Orchestre de Paris / P. Järvi
POULENC
Gloria, Stabat Mater, Litanies
Deutsche Grammophonhttp://www.avvenire.it/Rubriche/Pagine/Dischi%20Sacra/J%C3%A4rvi%20e%20Petibon%20esaltano%20la%20fede%20di%20Poulenc_20131227.aspx?rubrica=Dischi%20Sacra

No comments: